Prestiti personali

prestiti personali sono una particolare forma di credito che consente di ricevere del denaro, da restituire in comode rate mensili, senza però dover indicare il motivo per il quale si chiedono i soldi, si parla per questo motivo anche di prestito non finalizzato per distinguerlo, ad esempio, dal mutuo per l’acquisto della casa. Questa particolare caratteristica lo rende una forma di finanziamento piuttosto gradita. Eccone le caratteristiche principali.

Cosa sono i prestiti personali e quali i requisiti per ottenerlo

La prima cosa da dire è che non esiste una sola forma di prestito personale, ma diverse tipologie. Mentre i tratti salienti delle singole formule sono piuttosto simili, tra gli istituti bancari e finanziarie vi sono delle diversità di requisiti per poter accedere, resta sempre facoltà dell’ente che dovrebbe erogare il credito di accogliere o rifiutare l’istanza. Il prestito personale quindi può essere richiesto per pagare l’auto, per comprare arredamento, ristrutturare casa, o semplicemente andare in vacanza, senza dover rendere conto all’ente che eroga il prestito delle finalità. Il prestito personale può essere richiesto da chi ha compiuto 18 anni, fino all’età massima di 70 anni, ci sono istituti di credito che erogano prestiti personali oltre tale limite di età, anche se sono rari.

Per poter accedere occorre presentare il proprio documento di riconoscimento e codice fiscale, serve inoltre la busta paga, o altro documento che attesti il reddito (ad esempio per i lavoratori autonomi). Ovviamente il prestito dovrà essere rimborsato, il piano di ammortamento prevede ratei mensili il cui ammontare dipende dal reddito e dalla somma erogata.

Ogni rata comprende una quota di rimborso e una di tasso di interesse oltre che le spese per il prestito. Queste due voci rappresentano il TAN (Tasso Annuale Netto) e il TAEG (Tasso Annuale Effettivo Globale), proprio a quest’ultima voce deve essere posta particolare attenzione quando si valuta la possibilità di chiedere un prestito personale. Confrontando le proposte di più banche è possibile risparmiare proprio sulle spese.

La cessione del quinto

Quelle delineate sono le caratteristiche principali del prestito personale vi sono però forme particolari che hanno caratteristiche parzialmente diverse. Ad esempio rientra nella categoria dei prestiti personali la cessione del quinto. Questa prevede che la rata del rimborso corrisponda ad un quinto dello stipendio o della pensione e che debba essere versata direttamente dal datore di lavoro o dall’ente che eroga la pensione decurtandola dallo stipendio/pensione. La cessione del quinto per legge chiede che siano stipulate delle assicurazioni, in particolare per i lavoratori dipendenti è obbligatoria la polizza a copertura del rischio di perdita del lavoro, inoltre il richiedente deve presentare il certificato di stipendio dal quale si possa evincere la quota di TFR maturato e per la durata del piano di ammortamento non potrà essere chiesto l’anticipo sul TFR proprio perché resta a garanzia del creditore. Per i pensionati è necessario, invece, stipulare una polizza sul rischio vita. Queste assicurazioni sono utili perché nel caso in cui si perda il lavoro, o la vita, sarà l’assicurazione a pagare e quindi gli eredi non avranno particolari problemi.

Prestito con delega e prestito cambializzato

Un altro prestito personale è il prestito con delega, questo è simile alla cessione del quinto, ma la quota cedibile è più elevata e arriva fino al 40% dello stipendio. Ci sono però delle ulteriori differenze, infatti il datore di lavoro non può rifiutare la cessione del quinto richiesta dal lavoratore, deve quindi impegnarsi a versare il dovuto trattenendolo dallo stipendio, ma può rifiutare di prendere parte ad un contratto di prestito con delega. Si può richiedere il prestito con delega anche nel caso vi siano altri finanziamenti in corso, ma l’ammontare totale delle rate non deve superare il 50% dello stipendio. Un’ulteriore forma di prestito personale è quello cambializzato. In questo caso il debitore si impegna a sottoscrivere cambiali e a pagarle a scadenza, il pagamento va a costituire il rimborso del credito, ovviamente è previsto anche in questo caso un tasso di interesse. Il prestito cambializzato viene solitamente richiesto quando il debitore si trova in una posizione economicamente preoccupante e di conseguenza l’istituto di credito evita di dare prestiti personali. Questa formula infatti prevede che il mancato pagamento di una singola cambiale possa far scattare immediatamente la procedura di pignoramento sui beni del debitore.

Il prestito personale con ulteriori garanzie

Queste sono le tipologie principali di prestito personale, occorre però sottolineare che l’ente a cui si chiede il prestito non ha l’obbligo di erogare lo stesso, dovrà valutare in base alle proprie politiche la capacità di solvenza del richiedente tenendo in considerazione numerosi parametri come reddito, finanziamenti in corso, TFR maturato, tipologia di contratto di lavoro. In alcuni casi oltre alla busta paga, il TFR, le polizze, può chiedere ulteriori garanzia. Ad esempio anche coloro che non hanno busta paga possono richiedere un prestito, in questo caso però la banca chiede la presenza di un garante. Si tratta di un terzo soggetto che si impegna a pagare le rate nel caso in cui il debitore principale dovesse essere insolvente. In questo caso non devono essere presentati solo i documenti del richiedente, ma anche del garante. Questo deve fornire, oltre a codice fiscale e documento di riconoscimento, anche i documenti che dimostrino il reddito e quindi la busta paga, il CUD, cedolino della pensione, dichiarazione dei redditi. Altro motivo di diniego è legato alla presenza di protesti o mancati pagamenti di ratei di finanziamenti già in corso, anche in questo caso la motivazione risiede nella bassa probabilità che il debitore paghi i ratei. Resta, infine, da sottolineare che una volta volta ottenuto il prestito personale è nella facoltà del debitore chiedere l’estinzione anticipata pagando ovviamente quanto dovuto.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/6″][vc_widget_sidebar sidebar_id=”sidebar-shop”][/vc_column][/vc_row]

Search For

Popular Tags

Search For

Popular Tags